La crisi iniziata nel 2004, che ha avuto un peggioramento avvertito nel 2009 e che si fa sentire secondo molti non è ancora giunta al culmine. Ha portato con se la chiusura di centinaia di migliaia di aziende in Europa e una disoccupazione desolante.
Ma se da domani le cose cambiassero, se ripartisse l’economia, cosa succederebbe ai posti di lavoro? Possiamo prevederlo partendo dall’altro grande fenomeno che è stata la crisi del 1929.

La disoccupazione ha raggiunto il suo massimo 5 anni dopo il termine della crisi stessa e ha impiegato 14 anni per riportarsi ai valori precedenti.

Succederà così anche con questa crisi? Probabilmente no, il lavoro è fondamentalmente cambiato e nei 5 anni successivi alla crisi dovrebbero entrare in pensionamento le figure “più deboli” ovvero chi esercita professioni ad alto rischio di stabilità lavorativa. Un altro fenomeno che contribuirebbe a ridurre la pressione dovrebbe essere il naturale esodo degli immigrati che si sposterebbero verso regioni con maggiori possibilità.

Quanta disoccupazione ci dobbiamo aspettare?